Biscotti decorati: gli addobbi che si mangiano - Giovanna Prosapio
17699
single,single-post,postid-17699,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Biscotti decorati: gli addobbi che si mangiano.

biscotti decorati

Biscotti decorati: gli addobbi che si mangiano.

Avete mai pensato ai biscotti decorati come addobbi per le feste? Il Natale è ormai alle porte e in ogni casa iniziano i preparativi per la decorazione dell’albero di Natale.

Un modo senz’altro originale e soprattutto personalizzato che mette in moto ingegno e fantasia di ognuno è quello di usare dei biscotti decorati per arricchire l’albero oltre alle classiche decorazioni natalizie.

Chi di voi nel ricettario non possiede una ricetta per la classica frolla per biscotti? E allora pochi e semplici ingredienti e tanta fantasia per sbizzarrirvi creando biscotti delle più svariate forme a seconda degli stampini che si hanno a disposizione.

I biscotti di frolla, si sa, sono semplici da preparare ma sempre molto gustosi, soprattutto hanno un notevole impatto scenografico e risultano essere anche molto decorativi.

Per chi poi invece vuol dare un tocco diverso sia di colore che di sapore da quello della frolla può cimentarsi con i biscotti Pan di zenzero, i Gingerbread ovvero i biscotti di Natale per eccellenza. L’impasto è molto goloso dal profumo intenso e deciso di spezie tra cui primeggia lo zenzero, appunto, accompagnato da cannella, chiodi di garofano e noce moscata. Per entrambi è bene ricordarsi in fase di cottura di praticare il foro nella parte alta ove passerà il nastrino.

In ogni caso a renderli davvero speciali sarà la loro decorazione. A vostra discrezione potete scegliere come procedere in quanto non esiste un unico modo, metodo o tecnica di decorazione ma, bensì, molteplici a seconda del proprio gusto e della propria manualità.

Tra i tanti annovero la classica copertura in pasta di zucchero esistente sul mercato in svariati colori e molto semplice da usare, anche per chi è alle prime armi e vuole dilettarsi. Un pò più particolare risulta essere l’uso della ghiaccia reale (royal icing), accompagnata o meno da base in pasta di zucchero. A seconda della consistenza che gli si dà, dovuta alla quantità di zucchero a velo vanigliato che vi si aggiunge, la ghiaccia reale si presta per vari utilizzi: per “scrivere”, per delineare contorni, creare decori artistici incredibili (consistenza densa) oppure per “glassare” (consistenza morbida).

Una volta scelto il colore del proprio Natale si procede alla decorazione dei biscotti secondo la propria fantasia e il nastrino che li completerà permetterà di porli al proprio albero, dove la magia del Natale mista alle luci creeranno di sicuro un atmosfera di gran festa e, di sicuro, sarà un Natale di gusto, molto gustoso!

 

 

No Comments

Post A Comment